Ir directamente a la información del producto
1 de 4

EkoWorld

Bracciale Fiore di Loto in Argento 925 e Avventurina

Precio habitual
€42,00 EUR
Precio habitual
Precio de venta
€42,00 EUR
Gem Color

Il nome avventurina, minerale appartenente alla famiglia dei quarzi, nasce perché sulla superficie presenta disposte in una maniera apparentemente casuale delle scagliette, cioè incrusioni di altre pietre. Quando in un qualsiasi ambito vi era una mancanza di struttura precisa (anche solo in apparenza) gli italiani dicevano “à l’aventure” che significava appunto “a caso”. L’avventurina fu poi d’ispirazione per dare il nome a un particolare vetro verde-bruno nato a Murano, verso la prima metà del ‘600.

L’avventurina verde è senza dubbio quella più famosa. Il colore viene dato principalmente dalla presenza di fucsite. Esiste però anche l’avventurina rossa, conosciuta come pietra di sole, che deve il proprio colore caratteristico alla presenza di ematite.

Purtroppo non sappiamo se in Italia già ai tempi l’avventurina veniva utilizzata a scopi terapeutici o protettivi.

Le leggende sull’avventurina più interessanti a riguardo arrivano direttamente dal Tibet. Sembra infatti che questo cristallo venisse utilizzato con lo scopo di curare la miopia. Probabilmente credevano anche che fosse in grado di “donare la vista”. Supposizione nata dal fatto che le antiche statue tibetane avevano occhi in avventurina, forse per conferire loro il potere di vegliare sull’uomo.

Un tipo di quarzo che, a detta di molti, veniva utilizzato anche perché ritenuto capace di conferire poteri superiori, creatività e conoscenza.

Avventurina: pietra verde protettrice delle donne

L’avventurina, appartenente al gruppo dei quarzi con sistema cristallino trigolane, è una pietra di colore verde brillante. Gli elementi a lei collegati sono l’acqua e l’aria. Una pietra che racchiude in sè la più alta espressione di femminilità e intelletto, intesi sia come compassione, amore, creatività e capacità di dar vita alle proprie idee. 01

Collegata a Anahata, il chakra del cuore, viene utilizzata in cristalloterapia per armonizzare le sue energie. Porta serenità e aiuta la persona che la indossa a superare le difficoltà che la vita gli pone davanti.

A chi è rivolta l’avventurina?

Da quando ho aperto il blog a fine marzo, ho parlato di altre due pietre: l’ametista e l’agata. Le ho scelte in maniera del tutto istintiva, senza seguire un “piano di lavoro”. Mi sono resa solo quando ho iniziato a scrivere ogni singolo articolo, e a fare alcune ricerche di approfondimento, che tutte quante appartenevano al sistema cristallino trigonale e per tanto, presentano delle caratteristiche di base simili.

Anche l’avventurina quindi, proprio come le altre due, è una pietra che agisce senza passare per vie secondarie. Ideale per quegli individui che hanno fatto della semplicità uno stile di vita, che non amano particolarmente gli eccessi e i rischi inutili. Si rivela comunque perfetta anche per le persone che non possiedono questi requisiti, ma avrebbero bisogno di integrarli nella propria vita per raggiungere l’equilibrio.

Il fiore di loto è un simbolo molto antico. La caratteristica principale associata al fiore di loto è la purezza insieme alla capacità di mantenere la propria bellezza in mezzo al fango, dove il fiore di loto nasce e vive.

Fin dai tempi antichi il fiore di loto ha influenzato le culture di molti popoli fin dalla antico Egitto e in tutta l’Asia. Nella cultura egizia, ad esempio, il fiore di loto era associato alla rinascita, nel Buddismo invece il fiore di loto è collegato alla purezza divina e all’illuminazione mentre nell’induismo il fiore di loto è associato con il benessere.

Il loto ha la particolarità di avere delle radici che affondano nel fango e di rimanere sempre immacolato pur essendo in acque stagnanti. Dunque il fiore di loto in generale diventa il simbolo di chi riesce a rimanere puro e incontaminato tra le difficoltà del mondo.

GARANZIA SODDISFATTO O RIMBORSATO 30 GIORNI

Non sei soddisfatto del tuo acquisto? Avrai la possibilità di restituirlo ricevendo un rimborso completo entro 30 giorni dal pagamento.